Al via a Nairobi l’assemblea UNEP

0
24

 

Lontano dai riflettori dei grandi media si apre oggi a Nairobi l’assemblea annuale dell’Unep, l’agenzia delle Nazioni Unite dedicata all’ambiente che in tempi non sospetti ha rappresentato una delle poche voci autorevoli contro gli effetti dell’inquinamento sulla salute delle persone. Molto tempo prima dell’allarme sui cambiamenti climatici l’Unep, istituita nel 1972, ha cominciato a documentare gli effetti di un opera di vera e propria distruzione del capitale naturale che, ovviamente, significa anche capitale umano (soprattutto nei paesi più poveri come quelli del continente africano). E’ stato grazie all’Unep se nel 1988 è nato l’Ipcc (International panel on climate change), il forum scientifico istituito con l’Organizzazione della Metereologica Mondiale che produce i fondamentali rapporti sull’analisi dei cambiamenti climatici e fornisce le previsioni sul futuro. Purtroppo alla vigilia dall’apertura dei lavori il grande compound dell’Unep (un pezzo di foresta equatoriale nel quartiere delle ambasciate di Nairobi) è teatro di uno scontro senza mezzi termini tra le organizzazioni non governative e l’attuale vertice delle Nazioni Unite, accusato di privilegiare il dialogo con le corporations senza una linea guida chiara che permetta di distinguere tra posizioni opportunistiche e scelte realmente strategiche. Vero e proprio casus belli il forum di due giorni (sabato e domenica) promosso dal Science Policy Business Forum, un organismo volontario dove siedono accanto alle agenzie dell’Onu i rappresentanti dei produttori di fertilizzanti, del rame, Ibm, Philips e il Word Economic Forum. Secondo le principali Ong, che ieri hanno invece rilanciato la campagna mondiale contro le sostanze chimiche altamente tossiche (mercurio, pesticidi, le sostanze organiche persistenti chiamate Pop e i perturbatori endocrini), la posizione dei grandi produttori di fertilizzanti e principi attivi così come quella dei produttori e trader di metalli, non è accettabile soprattutto in una sede di carattere scientifico.

Un confronto destinato a durare e che approfondiremo sul prossimo numero di #Valori.

 

Leggi l’articolo originale su valori.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + 15 =