Egitto, cambi climatici: A rischio 5 milioni di persone nel delta del Nilo

0
58

Almeno 5 milioni di egiziani potrebbero essere costretti ad abbandonare l’area del delta del Nilo a causa dei cambiamenti climatici. Lo ha dichiarato mercoledì il ministro egiziano per l’Irrigazione e le Risorse idriche, Mohamed Abdel Atty, durante la Conferenza internazionale Water for Sustainable Development 2018-2028, organizzata dal governo del Tagikistan e delle Nazioni Unite a Dushanbe.

Secondo il ministro, i cambiamenti climaticipotrebbero anche portare a una diminuzione della produzione di due importanti colture in Egitto: grano e mais. Le stime prevedono un calo della produzione dei due cereali dal 15 al 19 per cento entro il 2050, mentre il tasso di salinità del fertile terreno del delta del Nilo potrebbe aumentare almeno del 15 per cento.

Abdel Atty ha sottolineato che, oltre ai cambiamenti climatici, l’Egitto è a rischio siccità. Tra le cause vi è il divario tra risorse disponibili e consumo, pari a 21 miliardi di piedi cubici di acqua all’anno. Un divario che potrebbe ulteriormente aumentare con il completamento della Grande diga della rinascita (Gerd) in Etiopia sul corso del Nilo Blu. «L’Egitto è uno dei paesi più aridi al mondo e dipende al 97 per cento da risorse idriche rinnovabili», ha dichiarato Atty. (Agenzia Nova)

 

Leggi l’articolo originale su nigrizia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × tre =