Gran Bretagna, scatta il divieto per le microplastiche nei cosmetici

0
201

Entra in vigore lo stop alla produzione. A luglio sarà vietata la vendita di prodotti contenenti microsfere che, ingerite dai pesci, possono persino arrivare sulle nostra tavola

 

ROMA – Nel Regno Unito scatta il divieto sulle microsfere cosmetiche, cioè le microplastiche contenute in maschere esfolianti, bagnoschiuma, dentifrici e altri prodotti per la cura personale. Il 9 gennaio è infatti la data in cui entra in vigore lo stop alla produzione di questi detergenti, mentre il divieto di vendita arriverà il prossimo luglio.

Le microsfere sono considerate molto inquinanti per gli ecosistemi acquatici poiché sono troppo piccole – hanno un diametro inferiore a mezzo millimetro – per essere filtrate dai depuratori. Si calcola che per ogni doccia fino a 100mila microsfere possano finire negli oceani, dove vengono ingerite dai pesci e rischiano così di arrivare sulle nostre tavole.

Negli Stati Uniti il divieto di produrre cosmetici con microplastiche è scattato nel luglio 2017 e la vendita sarà vietata tra sette mesi. In Europa la Commissione Ue dovrebbe varare il 16 gennaio prossimo un pacchetto di nuove proposte e misure anti inquinamento che mettono nel mirino, oltre alle microsfere cosmetiche, le stoviglie monouso e gli imballaggi.

 

Leggi l’articolo originale su repubblica.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 2 =